CONTINUITA' E ORIENTAMENTO IN USCITA

I PROGETTI



Denominazione progetto

 CONTINUITÀ E ORIENTAMENTO IN USCITA

Priorità cui si riferisce

Organizzare, curare e monitorare costantemente i momenti di passaggio da un ordine di scuola all’altro per rendere più organico e consapevole il percorso didattico-educativo di ogni alunno.

Favorire una scelta della scuola secondaria di secondo grado adeguata al proprio profilo.

Migliorare gli esiti a distanza degli alunni licenziati.

Traguardo di risultato

Potenziare la collaborazione e la continuità fra i docenti dei vari ordini di scuola per una piena condivisione del curricolo e dei criteri di monitoraggio degli iter di apprendimento e della valutazione dei risultati.

Accompagnare, organizzare e promuovere (curare e tenere sotto controllo) i momenti di passaggio degli alunni da un ordine di scuola all’altro, creando un clima adatto ad accoglierli.

Coinvolgere adeguatamente alunni e genitori sulle possibilità di scelta futura.

Diminuire il numero degli insuccessi nel corso degli studi secondari di secondo grado.

Obiettivo di processo

Favorire il passaggio di informazioni fra gli insegnanti delle classi-ponte.

Strutturare i documenti di passaggio.

Stabilire incontri fra docenti per la formazione delle classi (incontri fra docenti in corso d’anno finalizzati a individuare i livelli di conoscenze e competenze degli alunni, le modalità di apprendimento, gli aspetti relazionali e raccogliere informazioni sugli alunni che presentano criticità).

Informare i genitori.

Favorire l’accoglienza.

Orientare l’azione educativa.

Favorire la crescita e la maturazione complessiva del bambino.

Promuovere la socializzazione, l’amicizia e la solidarietà.

Favorire la formazione di gruppi omogenei.

Fornire migliori strumenti di informazione agli alunni delle classi terze della Scuola Secondaria, circa le caratteristiche e le difficoltà rappresentate dai diversi indirizzi scolastici.

Integrazione documenti di passaggio d'ordine alunni con sezione descrittiva possesso competenze chiave.

Altre priorità

Incrementare e sostenere l’attenzione verso gli alunni diversamente abili, nei confronti delle situazioni borderline e verso gli alunni stranieri.

Situazione su cui intervenire

·     Consolidare attività di continuità per accompagnare gli alunni nel passaggio da un ordine di scuola all’altro.

·     Migliorare ed arricchire i contatti con le famiglie attraverso la condivisione sostanziale delle iniziative del nostro Istituto da parte di tutte i docenti della scuola.

·     Puntare a coinvolgere anche le agenzie territoriali e le scuole paritarie.

·     Mediamente il 20% degli alunni licenziati che non segue il consiglio orientativo proposto dal Consiglio di classe, va incontro ad un insuccesso scolastico, che lo porta ad un cambiamento di indirizzo.


Risorse finanziarie necessarie

Le attività del presente progetto eccedenti l’orario di servizio saranno inserite nella contrattazione d’istituto come attività funzionali all’insegnamento.

Gli incontri formativi/informativi sono tenuti a titolo gratuito da personale della Regione Friuli Venezia Giulia.

Risorse umane / area

Le referenti del progetto, in collaborazione con gli insegnanti della Commissione Continuità, gli insegnanti referenti di plesso delle rispettive sedi e i coordinatori delle classi-ponte.

Il personale interno interviene in orario extracurricolare.

Altre risorse necessarie

L’Amministrazione comunale, gli Uffici Amministrativi, la Direttrice della scuola dell’infanzia Paritaria.

Fotocopie, questionari di interesse.

Comitato genitori Scuola Infanzia Capriva.

Esperto C.O.R.

Esperta per attività di continuità “Una mattinata insieme” tra le prime e i “grandi” delle Scuole di Cormons e Brazzano.

Indicatori utilizzati

1. Attraverso l’indicatore EFFICACIA si valuta il grado di raggiungimento degli     obiettivi progettuali. 

2. Attraverso l’indicatore di EFFICIENZA si valuta il rapporto tra risorse impiegate e raggiungimento degli obiettivi progettuali.

3. Attraverso l’indicatore di RILEVANZA si valuta la congruenza tra obiettivi progettuali e l’adattamento ai bisogni dei destinatari.

4. Attraverso l’indicatore di UTILITÀ’ FORMATIVA si valuta il grado di soddisfacimento dei bisogni formativi dei destinatari.

5. Attraverso l’indicatore di EQUITA’ si valuta l’assenza di discriminazioni nell'accesso ai benefici del programma.

6. Attraverso l’indicatore di COOPERAZIONE si valutano le attività di collaborazione interne ed esterne.

7. Percentuale di successo scolastico nella scuola secondaria di secondo grado.

Stati di avanzamento

La valutazione del progetto verrà svolta alla fine di ogni anno scolastico dal Collegio dei Docenti su relazione delle referenti per la continuità.

Al termine del primo anno non più del 20% di studenti che non vengono ammessi alla classe successiva.

Valori / situazione attesi

Atteggiamento positivo di fronte al cambiamento, al passaggio da un ordine di scuola ad un altro.

Al termine del secondo anno non più del 15% di studenti che non vengono ammessi alla classe successiva.



IN FONDO ALLA PAGINA vengono allegate tutte le comunicazioni per le famiglie interessate all'orientamento. 



ORIENTAMENTO IN USCITA ALUNNI CLASSI TERZE


Si rivolge agli allievi delle classi terze della Scuola Secondaria di primo grado e prevede attività rivolte al gruppo classe, ai singoli allievi e alle famiglie attraverso incontri in gruppi e individuali. Il progetto si articola attraverso letture proposte dagli insegnanti coordinatori di classe, riflessioni personali e discussioni collettive, incontri con esperti esterni del COR (Centro Orientamento Regionale), compilazione e successiva analisi del questionario regionale degli interessi, proposta di un consiglio orientativo, colloqui personali con esperti esterni, incontri dei genitori con esperti esterni, confronto tra consiglio orientativo e scelte di iscrizione alle Scuole Secondarie di secondo grado, contatti con referenti delle Scuole Secondarie di secondo grado.

L’attività di orientamento scolastico aiuta l’alunno uscente dalla Scuola Secondaria di I grado a scegliere quale strada percorrere nel mondo dello studio e del lavoro attraverso una migliore conoscenza di sé e delle strutture del territorio. 

Il ragazzo confronta le informazioni raccolte con i suoi progetti al fine di valutare la compatibilità di questi con le proprie caratteristiche personali. 

Linee portanti a questo scopo sono:

· l’informazione;

· la conoscenza di sé;

· i percorsi formativi;

· il mondo del lavoro.

 CONTINUITA' EDUCATIVA/DIDATTICA INFANZIA-PRIMARIA E PRIMARIA-SECONDARIA

I progetti prevedono azioni di continuità nei vari ordini (percorsi d’incontro e accoglienza a carattere ludico, sportivo, creativo e didattico, laboratori linguistici ed espressivi); incontri fra docenti dei due segmenti volti a favorire il passaggio d’informazione sui profili, la conoscenza e l’inserimento degli alunni nelle nuove realtà; incontri di docenti per l’organizzazione di percorsi didattici comuni tra gli alunni delle classi ponte per una continuità con la scuola di provenienza; compilazione e analisi dei documenti di passaggio e loro trasmissione agli insegnanti degli ordini di scuola successivi; attività di raccordo e collaborazione con il territorio d’appartenenza e con la scuola dell’infanzia Paritaria presente a Cormons; coinvolgimento delle famiglie attraverso azioni di facilitazione/ semplificazione della divulgazione delle informazioni; incontri mirati alla presentazione del Piano dell’Offerta Formativa, giornate dedicate a uno Sportello informativo d’ascolto rivolto ai genitori dei futuri iscritti; inviti agli incontri di “Scuole aperte”; per gli allievi della classe prima della Scuola Secondaria somministrazione di prove d’ingresso concordate con i colleghi della Scuola Primaria riferite alle aree disciplinari relative alla lingua italiana, alla matematica e alla lingua   inglese; “Un po' di tedesco per tutti”, per avvicinare gli alunni di classe quinta ad una nuova lingua che ritroveranno alla Scuola Secondaria di secondo grado.


CONTINUITA' TRA SCUOLA PRIMARIA E SCUOLA SECONDARIA

Il giorno 14 dicembre 2016 gli alunni della classe V della Scuola Primaria “Torre” di Capriva si sono recati in visita alla Scuola Secondaria di I grado “Pascoli” di Cormons accompagnati dalle loro insegnanti Cuccaro e Vidoz.

Gli alunni, divisi in gruppi,  sono stati accolti  dai ragazzi delle classi I della Scuola Secondaria di I grado ed hanno preso parte ad alcune attività organizzate dai professori Blokar, Canali, Klainscek, Rojc, Roncato e Tulissi.

L’incontro ha favorito una prima conoscenza del nuovo ambiente scolastico e del personale educativo in esso operante. 

                                         



Nei giorni 19 e 20 gennaio, gli alunni delle classi V “Manzoni e “Feltre” sono stati ospiti per alcune ore presso i locali della Scuola Secondaria Pascoli.

I bambini  delle classi quinte, a gruppi, hanno assistito e preso parte alle lezioni nelle classi prime, opportunamente predisposte all’accoglienza,  per vivere  l’emozione di alcune ore insieme. Le attività sono state fissate in sede di progettazione didattica tra i docenti della scuola primaria e secondaria. Docenti ed alunni delle classi I hanno fatto  conoscere ai bambini di V  le diverse esperienze che potranno fare nella nuova scuola il prossimo anno scolastico.




CONTINUITA' TRA SCUOLA DELL'INFANZIA E SCUOLA PRIMARIA

CANTI E POESIE ACCANTO A BABBO NATALE

Incontro di festa svoltosi presso l’aula Polifunzionale “P. Boegan” in un clima gioioso natalizio che gli alunni delle classi ponte Infanzia/Primaria hanno vissuto accanto alla figura di Babbo Natale in carne ed ossa e grazie alla collaborazione volontaria del Signor  Davide Polo che ha animato la festa proiettando immagini e leggendo brani  che hanno immediatamente catturato l’attenzione dei nostri piccoli ascoltatori. La festa si è conclusa con canti e poesie che i bambini hanno voluto dedicare al Natale e con la consegna delle caramelle per tutti.

 

                                 












Pagine secondarie (1): CLIL
Ċ
Elisa Dibarbora,
16 dic 2016, 03:34
Ċ
Elisa Dibarbora,
16 dic 2016, 03:35
Ċ
Elisa Dibarbora,
16 dic 2016, 03:34
Ċ
Elisa Dibarbora,
16 dic 2016, 03:37
Ċ
Elisa Dibarbora,
16 dic 2016, 03:36
Ċ
Elisa Dibarbora,
10 mar 2017, 02:37
Comments