I PROGETTI

INTEGRAZIONE ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI

Integrazione alunni diversamente abili attraverso attività sociali ed attività laboratoriali di tipo espressivo, per lo sviluppo delle potenzialità di ciascuno grazie all'utilizzo di più codici comunicativi. 

Favorire l’adozione di strategie e metodologie diverse, quali l’apprendimento cooperativo in gruppi eterogenei, il lavoro a coppie, il tutoring, l’apprendimento per scoperta o l’utilizzo di ausili informatici.

Intervenire per favorire l’attuazione di precoci interventi atti a prevenire il disadattamento e l’emarginazione e finalizzati alla piena realizzazione del diritto allo studio per tutta la comunità educante, grazie ad una gestione integrata delle risorse umane e strumentali.

Inserire le attività laboratoriali nell'attività didattica, permettendo agli alunni, attraverso una situazione d'apprendimento in una dimensione operativa e progettuale, di approfondire e di rielaborare in maniera personalizzata e coinvolgente gli argomenti trattati in classe con opportune scelte di obiettivi e contenuti calibrati sulle capacità di ciascuno.



MULTIMEDIALITA' PER SUPERARE LE DIFFICOLTA'

Alfabetizzazione ed integrazione dell'Informatica nel curricolo scolastico: promuovere la padronanza della multimedialità come uso consapevole delle nuove tecnologie e capacità di comprendere e usare sussidi informatici.

Favorire un più ampio utilizzo del computer nella quotidianità scolastica perché questo diventi, sempre più, uno strumento di lavoro ordinario che vada ad affiancare gli strumenti scolastici più tradizionali per approfondire la conoscenza e offrire una rimotivazione agli apprendimenti e rinnovate opportunità.

Integrazione alunni DSA e BES attraverso attività laboratoriali di tipo multimediale, per uno sviluppo delle potenzialità, adottando metodologie, strumenti e tecnologie che si avvalgono della tecnologia e dell'informatica. 

Utilizzo di strumenti tecnologici ed informatici compensativi per la dislessia e per le difficoltà di apprendimento.




FAVOLE CHE AIUTANO A CRESCERE


Il progetto è centrato sull'utilizzo delle favole per veicolare messaggi positivi, per aiutare gli alunni ad affrontare un disagio e/o per rispondere in modo indiretto a un bisogno d'aiuto manifestato attraverso un comportamento problematico, offrendo dei modelli di pensiero alternativi in positivo, volti al benessere personale e del gruppo.
Si svilupperanno attività che permettono una riflessione utile a identificare comportamenti e pensieri che sono di ostacolo alla propria felicità e che suggeriscono strategie idonee per imparare a modificarli.

                                                                             




INDIVIDUAZIONE PRECOCE DELLE DIFFICOLTA' DI LETTURA E SCRITTURA

Screening per l'identificazione precoce dei disturbi di linguaggio e apprendimento. Somministrazione di prove ai bambini sezione grandi delle Scuole dell'Infanzia e agli alunni delle classi prime e seconde delle Scuole Primarie, per individuare gli alunni con difficoltà linguistiche (potenziali alunni con Disturbi Specifici dell'Apprendimento) e/o difficoltà di apprendimento, riconoscendo i segnali di rischio.

Restituzione dei dati emersi atta alla progettazione di attività “di recupero”, sostenendo così un corretto e sereno approccio agli apprendimenti, assicurando risposte ai loro effettivi bisogni formativi.




LA FOSFORESCENZA NELLE NOTTI DI PLENILUNIO

Integrazione di tutti gli alunni attraverso attività sociali di tipo espressivo, per lo sviluppo delle potenzialità di ciascuno grazie all'utilizzo di più codici comunicativi.

Coinvolgimento in un’attività di laboratorio, lavorando in gruppo per imparare a chiedere e fornire aiuto. dove gli alunni possano vivere l’arte sviluppando la creatività, dove si rendano consapevoli delle proprie capacità manuali ed artistiche e dove possano imparare l’armonia delle forme e dei colori.  

Acquisizione di nuove conoscenze nel disegno, nell’uso dei colori, nelle tecniche pittoriche e nell’utilizzo di materiali creativi differenti; autonomia nell’uso di linguaggi artistici e creativi come possibilità di espressione del proprio essere e del proprio modo di vedere le cose. 


                                                                                                                 





AMICO TEMPO PIENO DI..

Attività di laboratorio a gruppi o a classi aperte, per lo sviluppo delle abilità manipolative ed espressive.

Il laboratorio intende migliorare le capacità creative, di autonomia e di comunicazione; incrementare le capacità di ascolto e di dialogo; valorizzare le potenzialità di ciascun alunno in un’ottica inclusiva.


                            




LABORATORIO DI MINIATURA


Introduzione alla miniatura e al lavoro dei monaci negli scriptoria. Conoscenza del “codice” (pagine di pergamena, quadratura della pagina, copia del testo, illustrazioni e decorazioni, rilegatura). Riconoscimento di una miniatura. Individuazione delle parti compositive (figura, sfondo, motivi decorativi) delle immagini esaminate; astrazione dal contesto le soluzioni formali scelte; creazione di nuove combinazioni con l’apporto di elementi personali. Utilizzare la tecnica proposta (tempera) secondo le proprietà caratteristiche per riprodurre gli elementi decorativi tratti dalle miniature proposte rielaborati in chiave personale.



LABORATORIO DI MOSAICO


Il Laboratorio di mosaico utilizza materiali e attrezzi classici per la realizzazione di una formella seguendo la tecnica diretta su supporto in legno: le tessere vengono incollate direttamente sul supporto in legno destinato al mosaico. Durante lo svolgimento del lavoro l'obiettivo è controllare e valutare i processi cognitivi, emotivi e interattivi in atto, all'interno del gruppo, al fine di favorire l’integrazione di alunni diversamente abili, degli alunni BES e degli alunni stranieri.


                                                                                      





FERMA LA LETTURA

Con il laboratorio gli alunni coinvolti potranno, in modo operativo, dimostrare originalità e spirito di iniziativa per l’ideazione e la successiva esecuzione di piccoli progetti grafici: i segnalibri.

L’eterogeneità dei gruppi che di settimana in settimana si formeranno durante l’attività laboratoriale sarà rivolta, in particolare, all’apprendimento cooperativo; nello specifico si cercherà di incoraggiare “il tutoraggio tra pari” per favorire il successo formativo di tutti gli alunni coinvolti, sia di quelli che manifestano difficoltà di interazione sociale, sia di quelli che eccellono nelle discipline artistico-espressive.


     

                                                                            



LA SCUOLA IN FIORE

Il percorso è volto a sviluppare, attraverso l'arricchimento delle opportunità espressive, lo sviluppo del potenziale creativo di ogni soggetto, favorendo la socializzazione e la cooperazione.

Gli alunni saranno divisi in coppie, ciascuna delle quali svolgerà un lavoro di produzione di motivi floreali che, strutturati nella fase conclusiva del laboratorio, daranno vita ad una decorazione volta ad abbellire un angolo dell'edificio scolastico.


I CASTELLI MEDIEVALI DEL FRIULI VENEZIA GIULIA


ll progetto intende approfondire la conoscenza del fenomeno dell’incastellamento, ovvero del processo di accentramento della popolazione in abitati sopraelevati, avvenuto nella penisola italiana tra il 920 e il 1030, con lo scopo di sottrarsi alle nuove ondate di invasioni (saracene, ungare e normanne) mediante te la costruzione di Castelli fortificati che arrivavano ad includere l'intero centro abitato.  Attraverso la lettura e lo studio di diversi testi che riguardano l’argomento il progetto si propone di approfondire la conoscenza del fenomeno riferito alla storia locale, scegliendo come esempi alcuni dei più interessanti Castelli presenti sul nostro territorio, tra i quali il Castello di Partistagno (come esempio di Castello della fascia pedemontana), i Castelli di Arcano e Villalta (come esempi di Castelli edificati sulle colline) e i castelli di Strassoldo e Spilimbergo, quali esempi di Castelli di pianura. Il perconso includerà inoltre una visita guidata al Castello di Gorizia. 


Comments