NEWS SCUOLA‎ > ‎

VISITA DEGLI STUDENTI DELL' UNIVERSITA' DI BOLZANO

pubblicato 02 nov 2016, 04:05 da Elisa Dibarbora   [ aggiornato in data 02 nov 2016, 04:13 ]
                       

Visita studenti Università di Bolzano

Venerdì 28 ottobre 2016 il nostro Istituto ha voluto il piacere di ospitare 15 studenti del Corso di Laurea in Scienze della Formazione Sezione ladina della Libera Università di Bolzano, assieme a  due docenti accompagnatori. Questi studenti vengono preparati per l'insegnamento nelle scuole trilingue ladine (ladino, italiano, tedesco, e dalla quarta anche inglese) e desideravano conoscere come viene strutturato l'insegnamento della Lingua friulana, in quanto in situazione di Lingua minoritaria simile a quella del ladino.

Il gruppo è stato accolto, oltre che dall'Istituzione Scolastica, dal Sindaco di Cormòns dott. Luciano Patat e dal Direttore della Filologica Friulana, dott. Feliciano Medeot, che hanno sottolineato l'importanza della conoscenza, divulgazione  e  valorizzazione della Lingua friulana.  Gli studenti hanno partecipato ad una lezione di  didattica in Lingua friulana alla Scuola Primaria “V. da Feltre”, svolta in modalità CLIL,  e ad un'attività, sviluppata sempre in friulano, alla Scuola dell'Infanzia di Capriva, dove sono stati accolti anche dal sindaco, dott. Daniele Sergon, il quale  ha ribadito quanto sia importante il mantenimento della nostra lingua, storia e cultura. Durante il  tragitto, avvenuto tra i colori dei vigneti autunnali, il gruppo ha potuto apprezzare le bellezze del  Collio. La piacevole mattinata è continuata con una visita alla Fondazione Villa Russiz dove, nel contesto del parco, gli studenti hanno potuto ascoltare la magica storia di questa istituzione,  nata nel lontano 1868 quando il conte Thedor de La Tour, lungimirante agronomo, ha creato un’azienda vitivinicola all’avanguardia per i suoi tempi, mentre la moglie, la contessa  Elvine Ritter, ha fondato un Istituto scolastico a favore dei bambini più bisognosi. Gli ospiti sono stati quindi accompagnati dall'agronomo della Fondazione a visitare le cantine, ricche di barriques di rovere dove si affinano i pregiati vini, ed hanno concluso la  visita con una degustazione di vini di grande qualità.

Una collaborazione proficua, che ci si auspica possa continuare con altri significativi scambi culturali.


                                                                  


Comments